Chianti Docg Casata Davini
9 aprile 2017
Gattamora Cuvèe Bianco
4 maggio 2017

Falanghina Igp Cala del Lupo

Il vitigno Falanghina, importato dai Greci deriva il suo nome dai “falanga” dei pali di sostegno sui quali veniva legata la vite: Falanghina infatti significa “vite sostenuta da pali”.
Diffuso su circa il 5% del territorio vitato italiano, le zone principali di produzione sono: il Sannio Beneventano, parte del Casertano e i Campi Flegrei.
Il vitigno Falanghina si compone di un grappolo compatto, dalla forma conica o cilindrica collegato a foglie di medie dimensioni di forma trilobata, cuneiforme o pentalobata.
Di medie dimensioni, gli acini hanno invece una forma sferica con buccia di colore giallo-verde e pruinosa.

Zona produzione: Beneventano
Vitigni: Falanghina 100%.
Vinificazione: Pressatura soffice e conseguente fermentazione a temperatura controllata. Affinamento in acciaio.
Abbinamento: Ottimo su caprese, antipasti leggeri e primi piatti a base di crostacei, tranci di salmone con salsa all’aglio, gnocchi alle zucchine.
Colore: Giallo paglierino scarico.
Profumo: Intenso, persistente, sentori di mela renetta.
Sapore: Floreale leggermente acidulo.
Temperatura di servizio: 10°C
Alcool: 13% vol.